domenica 9 ottobre 2016

THREE SHORTS REWIEV, Il Giardino della Bodhi, Plini, Marco Bugatti


Per questo nuovo appuntamento con la rubrica Three Shorts Rewiev abbiamo analizzato tre album molto diversi tra loro ma tutti interessanti e di nostro gradimento.

Partiamo con Il Giardino della Bodhi, un progressive power trio di cui sono disponibili 4 lunghi brani in cui si denota una certa personalità abbinata ad idee e buone capacità strumentali. Da seguire in attesa di un vero full lenght! Ecco uno dei pezzi più rappresentativi del gruppo, The sentry of dawn https://www.youtube.com/watch?v=KxX5OLhidLU 

Gran bel ritorno per l’australiano Plini (dopo diversi ep), per chi non lo conoscesse artefice di un progressive metal strumentale ad alto tasso emotivo. Il funambolico chitarrista con Handmade Cities sa di poter raggiungere la definitiva consacrazione e per questo si affida a fraseggi in odore di Dream Theater (d’altronde non è un caso se Marco Minnemann ha fatto parte della line up per un breve periodo) ma anche Animals as leaders, con spunti fusion che si imparentano con il djent che tanta presa ha sui giovani progsters. 35 minuti di indubbia qualità sostenuti da virtuosismi e gusto melodico. Ecco il video di Electric sunrise https://www.youtube.com/watch?v=Rv_a6rlRjZk

Chiudiamo segnalando un lavoro che si discosta nettamente dai due di cui abbiamo appena parlato (ma a noi piace così!) e che segna il ritorno sulle scene dopo 4 anni di Marco Bugatti, già autore con l’alternative band Grenouille. Il cantautore milanese lungo le sette tracce di Romantico mostra il suo lato più intimo e personale (Vero), senza rinunciare alla poetica ironica e dissacrante che è sempre stato marchio di fabbrica della band madre (Mercoledì). Marco ha mestiere nel passare con disinvoltura da momenti tirati (Che lavoro fa Diana?) ad altri decisamente folk (Alice, La fabbrica), in cui ha raccontato sé stesso e il mondo che lo circonda attraverso una direzione decisamente più acustica rispetto al passato. Qui di seguito il link per ascoltare l'intero disco http://www.rockerilla.com/marco-bugatti-anteprima-streaming/

Nessun commento:

Posta un commento