lunedì 21 maggio 2018

CATERINA PALAZZI SUDOKU KILLER LIVE @ MILS

L'immagine può contenere: testo
 
Si è conclusa nella giornata di domenica 20 maggio la tournèe di Caterina Palazzi Sudoku Killer, un’ultima data organizzata dall’associazione Il Tassello e da Spazio Anteprima presso il Museo delle Industrie e del Lavoro Saronnese. Il quartetto guidato dalla contrabbassista vede tra le sue fila Giacomo Ancillotto alla chitarra, Maurizio Chiavaro alla batteria e Sergio Pomante al sax e nelle ultime settimane si sono mossi lungo l’Europa per occuparsi della promozione del nuovo Asperger (seguito di Sudoku Killer del 2010 e Infanticide del 2015). La serata è stata l’occasione per ribadire la voglia di spaziare dei romani, catalizzatori di pulsioni jazz rock e vagiti psichedelici, sperimentalismo e avanguardia noisy, un concentrato esplosivo ma capace di essere anche piuttosto evocativo. Poco più di 1 ora a tratti sorprendente, melting pot di atmosfere e sussulti jazzcore, con lo sguardo tanto all’Europa del nord quanto a grandi nomi come Shellac e John Zorn, senza dimenticare alcune italiche realtà con cui i Sudoku hanno una certa attitudine in comune (vedi NoHayBanda e Zu). La Palazzi, illuminata da un piccolo faro rosso, appare come un’inquieta regina della notte e le sue dita, nonché l’archetto, scivolano sulle corde del suo possente strumento, emanazione simbolica di un oscura poetica fatta di note e scosse elettriche. Il potente substrato ritmico trova in Chiavaro un perfetto interprete ed è la base su cui si muovono la chitarra piena di effetti di Ancillotto e il sax, ora pacato ora veemente di Pomante. Una bellissima serata in cui le note di Asperger hanno confermato la duttilità del progetto e quella sensazione di trovarsi dinnanzi ad una delle realtà più curiose e free del panorama. (Luigi Cattaneo)

 L'immagine può contenere: 4 persone, persone sul palco e spazio al chiuso

Nessun commento:

Posta un commento